ENTRA NEL TUO PROFILO





COLLANE







  EBOOK
I cantaglorie

pagine 192
isbn 9788898970407
uscita ottobre 2015

Prezzo € 8,99

«Gpo sa scrivere, sa vivere, sa tifare (Toro). Onestamente, cos’altro si può chiedere a un essere umano?».
Massimo Gramellini

«L’ho letto in poche ore, tra lacrime e risate… L’ho letto sul tram, per strada, con il rischio di andare a sbattere contro un palo della luce, seduto su una panchina. L’ho letto e consiglio a tutti di leggere questo capolavoro». 
Darwin Pastorin, L’Huffington Post

«Un capolavoro. Nonostante lo abbia scritto un giornalista».
Piero Chiambretti

Brera, Caminiti, Ciotti, Biscardi, Mura, Cannavò, Raro, Sconcerti, Fossati, Zavoli, De Zan. È la formazione di una delle tante possibili nazionali. Non di calcio, ma di chi il calcio e gli altri sport ha raccontato. Una generazione di giornalisti italiani unica al mondo. Privilegiati, perché hanno brillato di splendore riflesso, viaggiato più degli inviati  di esteri, mangiato e bevuto come nessuno. Hanno però anche saputo meritarselo, inventando un modo di raccontare e, talvolta, anche quel che (non) c’era da raccontare. A «convocarli» è uno che li ha conosciuti bene, perché ha «giocato» con tutti: Gian Paolo Ormezzano. Ex nuotatore, granata per sempre, ma soprattutto, fino all’ultimo grammo, cronista di abbagliante purezza. Nel ritrarre i suoi colleghi è come nella vita: generoso, compassionevole, schietto. Non fa sconti, semmai qualche regalo. Ci svela le bubbole di Carosio, il lato umano di Mosca, l’incontenibile sfera d’influenza di Minà. Procede per aneddoti, ma anche per valutazioni. Si e ci diverte nel narrare un’epopea in cui i trionfi altrui resero eroi quelli che erano soltanto «cantaglorie». Si e ci commuove nel rendersi conto che sta scrivendo una Spoon River del giornalismo sportivo: molti già se ne sono andati, il mestiere sta morendo a colpi di tweet e lui, fiero, è uno degli ultimi, grandi sopravvissuti.

   
 
 
     

condizioni e termini di vendita | privacy
P.IVA 10036731007 © 2013 All Rights Reserved – by ARS2